Soluzioni uniche e personalizzate per dividere una cucina dal soggiorno

Soggiorni e cucine in un Open Space, oggi, potrebbero addirittura contribuire ad aumentare il valore di mercato della vostra casa. Purtroppo, il primo impatto a volte può essere che una soluzione di questo tipo non garantisca la giusta funzionalità degli ambienti o molta privacy. Se per voi quindi diventa importate separare la vostra cucina dal soggiorno, non abbiate paura perché sappiate che avete a disposizione una vasta gamma di opzioni. Come sempre, il punto di partenza è avere bene in mente quale genere di soluzione divisoria preferite e stabilire il relativo budget. Le scelte a questo punto potrebbero essere tra opzioni permanenti, mobili, decorative o funzionali. Ma vediamole meglio nel dettaglio

Giochi di pannelli mobili

I pannelli mobili o sospesi sono da sempre una soluzione dai costi contenuti che ben si presta a dividere la cucina dal soggiorno. I pannelli possono essere realizzati in diversi materiali: legno, metallo, tessuto, a scelta tra diversi stili e colori (potreste usare le foto di una spiaggia paradisiaca, o quella con la copertina dell’album dei vostri cantanti preferiti o della locandina del vostro film del cuore, ricorrere ai pannelli in carta di riso e tanto altro ancora). Tipicamente sono soluzioni composte da 3 o 4 lastre.

PANNELLI

Soluzioni fisse

Anche in questo caso si può ricorrere a piccoli trucchi per distinguere cucina e soggiorno, come erigere un muretto tra i due ambienti o realizzare una bassa sporgenza , con pilastri o colonne, creando così la netta percezioni di due zone diverse, mantenendo però sempre la sensazione di uno spazio aperto contiguo. Un’altra opzione permanente è installare una parete divisoria scorrevole su un sistema binario che si estende da una parete all’altra. In questo caso, potete scegliere se far chiudere del tutto le pareti o solo in parte, così da modulare a vostro piacere il livello di privacy e stacco che desiderate rendere.

MURETTO

Soluzioni di arredo

Ricorrere a un pezzo di arredo tra la cucina e il soggiorno è un’altra valida alternativa. Collocare un divano in salotto con la schiena rivolta verso la cucina, posizionare un tavolo dietro il divano, ricorrere all’illuminazione per migliorare la ripartizione tra i locali sono tutti stratagemmi utili, di gran gusto e di notevole effetto. Una grande libreria, credenza, armadio o scaffale racchiudono gli spazi creando nello stesso tempo unità e continuità tra gli ambienti.

SCAFFALI OK

Combinare gli accessori con un idee dalla natura…

Gli accessori possono separare due ambienti con un tocco di design e creatività. Provate ad appendere una scultura di metallo di grandi dimensioni, o fate scendere il vostro nuovo capolavoro dal soffitto con catene di metallo o, appendete una tenda e fatela scivolare dal soffitto. Vedrete che con poco avrete realizzato un divisorio decorativo tra la cucina e il soggiorno. Se poi siete amanti della natura, potete anche separare le due zone con un paio di grandi piante in vaso, come palme o alberi di ficus, o, ancora, potete mettere un acquario in cima a un mobiletto con pesci di diversi forme e colori, realizzando così un divisorio sicuramente originale e divertente.